• Grosio
  • Grosio Rupe Magna panoramica incisioni home page
  • Grosio panoramica home page
  • antiquarium home page

In Evidenza

II Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio fu istituito nel 1978 da un Consorzio di Enti Locali (Provincia di Sondrio, Comunità Montana di Tirano, Comuni di Grosio e di Grosotto) per valorizzare le numerose rocce con incisioni scoperte da Davide Pace nel 1966.

Si sviluppa su due rilievi, il Dosso dei Castelli e il Dosso Giroldo, tra la Valle dell'Adda e la Val Grosina, in un ambiente suggestivo e carico di storia: al suo interno, oltre alla Chiesa dei Santi Faustino e Giovita, al Castello Vecchio (X-XI secolo) e al Castello Nuovo Visconteo (XIV secolo), si trovano più di 50 rocce incise, tra le quali si distingue l'imponente Rupe Magna, con oltre 5000 incisioni databili tra la fine del Neolitico (IV millennio a.C.) e l'età del Ferro (I millennio a.C.).

La realizzazione del nuovo sito internet pertinente al Parco è inserita nell'ambito di "MuseiD-Italia" con lo scopo di raccogliere in un unico importante progetto di valore strategico attività e realizzazioni già esistenti nel campo del sistema museale e valorizzare i risultati ponendoli in un contesto di più ampia costituzione di un “Sistema museale nazionale”. Il progetto prevede la digitalizzazione del patrimonio, la comunicazione sul web, l’e-commerce, la realizzazione di “Musei impossibili”, attraverso la ricomposizione, all’interno dello stesso ambiente virtuale, di opere (di uno stesso autore, di una corrente artistica, di una  determinata tipologia) situate realmente in diverse istituzioni e in differenti paesi.

News

Parco delle incisioni rupestri Rupe Magna di Grosio

Foto aerea

Orari del Parco

Leggi
Panoramica della Rupe Magna

Visita il Parco

Come arrivare

Leggi

Progetto "MuseiD-Italia"

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dato avvio al progetto "MuseiD-Italia", finanziato nell’ambito del Piano e-gov 2012 del Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie del Ministero per la pubblica amministrazione e innovazione, integrato con il Portale della Cultura italiana.

Leggi